sabato 24 maggio 2014

Maripensiero: Fenomenologia del commentatore medio.

Guardare i film in streaming spesso per noi cinemaniaci è una scelta obbligata.
Fa male all'industria, abbasso la pirateria, tutto quello che volete.
Ma può avere risvolti incredibilmente divertenti.

Studiamo insieme questo strano mammifero, di cui nessuno conosce il vero aspetto, sempre celato dietro immagini criptate (sicuramente segnali in codice a noi sconosciuti) e a nickname dal gusto opinabile.

#1
'Ma questo film non è horror!'
Per il commentatore medio il genere horror è solo un'allucinazione di massa.
Gli horror non esistono, nessun film che porta tale dicitura è in realtà quello che dice di essere.
Si avvicinano vagamente alla definizione solo quei film che presentano tonnellate di sangue, morti disgustose o qualche zombie.
Ma forse manco quelli.

#2
'Sì, carino, però io alla fine non li avrei fatti morire tutti, cioè che merda'
Il commentatore medio BASTARDO spoilera.
E' insito nella sua natura.
Non riesce ad esprimere il suo grado di apprezzamento su un film se prima non ti dice come va a finire.
Pare che abbia strane reazioni allergiche, se si trattiene troppo a lungo.

#3
'Capolavoro'
'Che schifo'
Il commentatore medio è dittatoriale.
Lui non argomenta.
E' così, e basta.

#4
'Va beh è brutto ma HO VISTO DI PEGGIO'
Il commentatore medio è convinto che l'esistenza della spazzatura cinematografica giustifichi in qualche modo l'esistenza della mediocrità.
Vive nella convinzione che se "c'è di peggio" allora questo film non è poi tanto male.
Questo particolare esemplare di solito vive e vola basso, non ha grandi aspettative, non ha grandi sogni, tanto ci sarà sempre qualcosa di peggio.

#5
'L'Esorcista un capolavoro? Ma non  scherziamo, fa solo ridere.'
Questo è un grande classico del commentatore medio.
L'Esorcista suscita in loro sempre una grande ilarità.
Sembra sia la loro particolare forma di solletico, noi sotto i piedi e loro Reagan, va bene così, bisogna accettare le diversità.

#6
'Io che sono un vero appassionato....'
'Io di horror me ne intendo..'
'Io ho visto almeno il 90% degli horror in circolazione..' (questa è una cit. testuale, deve essere un commentatore medio di 300 anni per aver visto tutti sti film)
Il commentatore medio è un po' narcisista.
In fondo lo sa e si crogiola nella splendida sensazione di amare follemente se stesso.

#7
'Non si capisce niente!'
Il commentatore medio bazzica su Facebook mentre guarda Inception e poi dà a Nolan la colpa.

#8
'L'ho visto ieri sera'
'Spento dopo 10 minuti'
'Stasera lo vedo al cinema'
Al commentatore medio piace condividere con noi dettagli della sua vita, creando un clima di intimità che ci fa sentire tutti una grande famiglia.

#9
'Audio 6,5
Video 8'
'Film carino, voto 7'
Quando il commentatore medio guarda troppe gare di pattinaggio artistico su Rai Sport poi gli viene la voglia di fare il giudice con i cartelloni con i voti.
Ovviamente, come sopra, non argomenta, ma in fondo, cosa c'è di più chiaro di un 5?

#10
'Grazie staff!'
In fondo, però, il commentatore medio è gentile e ben educato, ringrazia spesso chi gli fornisce aggratise i film e fa anche tanti complimenti.

Insomma, stupidate a parte, siamo tutti nell'animo un po' commentatori medi.
Chi quando parla con gli amici e spoilera il finale della serie tv preferita (e si prende in cambio un calcio nel didietro) o chi si atteggia (io in primis) a profondo conoscitore del cinema come se fosse davvero possibile esserlo.
Che dite, è tardi per allearci, fare un partito e candidarci alle Europee?


14 commenti:

  1. Post molto simpatico XD
    Più che altro tutti sono commentatori medi. Non esiste l'esperto, e chi si definisce tale non lo è a prescindere. Perché ci sarà sempre qualcosa che non conosciamo, qualcosa che ci è sfuggito o che per diversi motivi (culturali, intellettuali, religiosi) ci è sfuggito. Il cinema serve per unire e, nei giudizi, magari aiutare a comprendere. E' per questo che seguo vari blog.
    Certo che però prima bisogna saper argomentare. e pensieri come 'è brutto' 'è bello' 'non è questo/quello' fanno evincere una cultura generale molto scarsa oltre che a una capacità di analisi davvero irrisoria. E quella, mi spiace, ma è necessaria.
    PS: tu ne hai a palate <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, come ho detto io alla fine. Io ci scherzo su ma alla fine sono così anch'io per tante cose:) Certo, l'argomentazione assente è il problema più grave!
      (Grazie davvero, Jean!**)

      Elimina
  2. Bel post, intelligente, come al solito, e simpatico. Credo che la percezione di un film sia soggettiva, senza alcun dubbio. Ciò che irrita me può piacere da pazzi ad altri. Certo, come dice Jean, bisognerebbe andare oltre al 'è brutto/bello" soprattutto senza metterci troppa spocchia, come mi è capitato purtroppo di leggere in giro..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie di cuore! La soggettività (nella maggior parte dei casi) è sacrosanta e va preservata, anche quando qualcuno definisce capolavoro Twilight, noi dobbiamo sorridere e annuire e tenerci le maledizioni per noi!:D

      Elimina
  3. È un estratto di quelli fin troppo intelligenti!
    Con il numero 1 ci combatto da pre pre internet diffuso in massa, ora ho seppellito l'ascia di guerra.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo che le etichettature troppo nette siano sbagliate a prescindere, soprattutto quando si parla di un argomento così vasto e variegato. Certo è che ho letto di gente per cui non era horror nemmeno uno zombie movie, e allora tutti a quel paese!

      Elimina
    2. Decisamente sì, tutti a quel paese, perché vogliono definirlo un "generucolo" che non può essere eclettico. Poverini, mente piccola.

      Elimina
    3. Mente che non ha voglia di esplorare, ed è un peccato perché si perdono tante occasioni!

      Elimina
  4. Non vedo i film in "striminghe"...vederli al computer mi fa girare la testa e sto scomodo; meglio gustarseli spaparanzato sul divano.
    Post carino, ma ho letto di meglio, e poi non è un horror, tematica 7, svolgimento 5...e poi non avrei fatto morire tutti i commentatori a fine post! :)

    RispondiElimina
  5. si,sarebbe un bellissimo partito !

    RispondiElimina
  6. ah ah ah ah! io "ho visto di peggio" lo uso spessissimo, come attenuante per assolvermi delle schifezze che vedo, più o meno consapevolmente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma lo faccio spessissimo anche io, quelle volte che so che guarderò una ciofeca!:)

      Elimina

Facebook

Disclaimer

La cameretta non rappresenta testata giornalistica in quanto viene aggiornata senza nessuna periodicità. La padrona di casa non è responsabile di quanto pubblicato dai lettori nei commenti ma si impegna a cancellare tutti i commenti che verranno ritenuti offensivi o lesivi dell'immagine di terzi. (spam e commenti di natura razzista o omofoba) Tutte le immagini presenti nel blog provengono dal Web, sono quindi considerate pubblico dominio, ma se una o più delle immagini fossero legate a diritti d'autore, contattatemi e provvederò a rimuoverle, anche se sono molto carine.

Twitter

Instagram

Google+