martedì 28 agosto 2018

Notte Horror 2018: Splatters, Gli Schizzacervelli

La Notte Horror è l'evento più bello della blogosfera.
Per tutti i martedì d'estate ci impossessiamo dell'internet e parliamo di orrore, quindi per me è sempre una grande festa.
Io quest'anno sono in chiusura, con Alessandra di Director's Cult, per i motivi del post precedente. E non potevo che chiudere con Peter Jackson.



Splatters racconta di una scimmia - ratto, di una coppia funestata da una sorte infelice, e di un ninja di Dio.
Ed è tutto quello che ho intenzione di dirvi.

Se una persona se ne esce un giorno con 'Oh ma lo facciamo un film in tre parti da Il Signore Degli Anelli?' quello che verrebbe da fare è prenderlo e rinchiuderlo. Non perché non ci siano speranze, ma perché è una roba da matti. Il risultato è stata una delle più magistrali trasposizioni cinematografiche mai realizzate, ma questo non smentisce la condizione iniziale: essere completamente, irrimediabilmente, fuori di testa.
Avremmo dovuto saperlo, che Peter era un folletto malefico e matto.
E avremmo dovuto saperlo perché prima de Il Signore Degli Anelli c'è stato Splatters. 

Mettiamo una sera di fine estate.
Divano, clima acceso, amici cazzoni. Niente patatine perché porco cane il film fa schifo davvero, non consiglio il consumo di alimenti.
Splatters sulla tv.
Io sono certa che mi divertirei come una cretina.
Perché il condizionale?
Perché i miei amici (che pur amo con tutto il mio cuore) non sono così cazzoni da lasciarmi scegliere una meraviglia della comedy horror, talmente disgustosa che non si può far altro che piegarsi in due. Peter Jackson non si ferma davanti a niente, non ha certo paura di inorridire le signorine nè di esagerare. La prima mano mozzata è al minuto 3.  Da lì in avanti è un susseguirsi, senza un secondo di tregua, di scene una più ripugnanti dell'altra, in una sorta di gara con se stessi per vedere fin dove ci si spinge. Morti che si gonfiano ed espellono sostanze verdi misteriose, cani divorati da anziane nonnine, amplessi zombi con labbra mozzate, preti che fanno kung fu.

Un tripudio di purissima idiozia neozelandese, che non si prende sul serio nemmeno per sbaglio, che non ha paura di esagerare perché parte volendo esagerare, e lo fa con un entusiasmo che è una gioia per gli occhi.

Più Splatters per tutti.

13 commenti:

  1. Se ho fatto bene i conti, i fratelli Raimi sono cinque, tra cui una sorella. Il più famoso resta Sam, su questo non ci piove, ma per anni ho creduto che da qualche parti in Nuova Zelanda ci fosse un sesto fratello sperduto, magari adottato, perché la prima (di tante) volta che ho visto questo film ho pensato: Ma questo è Sam Raimi venuto da un altro emisfero del globo!

    Questo film ha assimilato “The Evil Dead” così bene da potersi permettere la stessa follia, inutile dire che lo adoro, e mi è piaciuto un sacco il tuo post che va dritto al sodo, non posso che unirmi al tuo coro: Più Splatters per tutti ;-) Cheers

    RispondiElimina
    Risposte
    1. C'è poco da dire alla fine su Splatters: birretta ghiacciata e sangue a fiumi!

      Elimina
  2. Io Splatter’s lo adoro.
    Credo Che Cassidy abbia spiegato anche il perché parlando di Raimi sul commento sopra.
    Se ami Evil dead non puoi non amare il film di Jackson.
    A me piacciono anche quelli della saga del signore degli anelli eh..!
    Splatters è tutto quello che hai scritto te, per me un evergreen.
    Se ami lo splatter il gore e il Trash in questo film c’e Tutto!
    Lo vidi la prima volta in Tv di pomeriggio ( avevano il coraggio di trasmetterli a quell’ora a quei tempi) dalla scena dove la vecchia si mangia l’orecchio bevendo il tè con le amiche.
    MITICO!!!
    Magari ne facessero ancora di film così ...
    Se non lo conosci ti consiglio sempre di PeterJackson il precedente BAD TASTE.
    Un po’ meno splatter ma buono lo stesso.
    Ciao
    Massimiliano

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E infatti Evil Dead è uno dei miei grandi amori! <3

      Elimina
  3. Un capolavoro a suo modo. Peter Jackson si è divertito sicuramente un mondo a girarlo ed è riuscito a divertire pure chi lo ha guardato. Un film pazzesco, pieno di scelte assurde ma azzeccate, perfetto per questa Notte Horror!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una chicca dopo l'altra, Peter Jackson è il cazzone che tutti dovremmo avere in compagnia!

      Elimina
  4. Abbiamo chiuso in bellezza, quindi!
    Il film non l'ho visto, ma ne approfitto per ringraziarti per aver partecipato... appuntamento al prossimo anno! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già carichissima per l'anno prossimo! Grazie a te:)

      Elimina
  5. Non so se la Notte Horror sia l'evento più cool della blogosfera ma, a giudicare dalla partecipazione, ci va molto vicino. Bellalee!
    PS: Ma alla fine gli amici non cazzoni cosa ti hanno fatto vedere?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per me di sicuro!
      L'ultima volta è stato Hercules😅

      Elimina
  6. Lo vidi per la prima volta a 15 anni e vai di conati, l'ho rivisto l'anno scorso e tra un po' tiravo su l'amima (è la vecchiaia che devo dì). Ma che figata di film che rimane, lo stravolgimento dello stomaco vale la visione! Jackson ora è impegnato con un documentario sulla Seconda guerra mondiale (tipo che ha preso il footage e l'ha reso reale in versione technicolor), ma sogno sempre un suo ritorno al gore e alla cazzonaggine pura!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Magari in vecchiaia gli prende la nostalgia...😊

      Elimina
  7. Di Jackson ho visto film dal Signore degli anelli, della sua cinematografia precedente visto nessuno compreso questo, che tuttavia un giorno potrei forse recuperare ;)

    RispondiElimina

Facebook

Disclaimer

La cameretta non rappresenta testata giornalistica in quanto viene aggiornata senza nessuna periodicità. La padrona di casa non è responsabile di quanto pubblicato dai lettori nei commenti ma si impegna a cancellare tutti i commenti che verranno ritenuti offensivi o lesivi dell'immagine di terzi. (spam e commenti di natura razzista o omofoba) Tutte le immagini presenti nel blog provengono dal Web, sono quindi considerate pubblico dominio, ma se una o più delle immagini fossero legate a diritti d'autore, contattatemi e provvederò a rimuoverle, anche se sono molto carine.

Twitter

Google+