giovedì 18 aprile 2013

Dead Silence, James Wan


Titolo originale: Dead Silence

Anno: 2007

Durata: 91 min.

Trailer:



James Wan è uno che si colloca nel mezzo. Non fa ottimi film, non fa schifo.
Che poi è la peggiore delle situazioni.
E anche questo Dead Silence, se ne sta lì, nel triste limbo della mediocrità.

Inizia tutto una bella sera, quando a casa di Jamie viene recapitato un pupazzo. Di quelli da ventriloquo, per intenderci. Lui esce, torna, e sua moglie è morta. Il giallo si infittisce, chi può essere stato?

Ma chi vuoi che ti creda se vai a dire in giro che un pupazzo ha ammazzato tua moglie? Se ti va bene ti mettono in manicomio, se ti va male accusano te e ti mettono in galera.

Che è quello che rischia il povero Jamie, oltre il danno la beffa. Quindi da bravo cavaliere si mette ad indagare e risale alla meravigliosa figura di Mary Shaw, proprio un bel donnino.
 
 

Quei pupazzi del piffero sono maledettamente inquietanti. Sto parlando sul serio. Ti fissano con quegli occhi sgarrati, la bocca dritta e ti fan venire i brividi.
Insomma, Wan hai vinto facile. Una stellina per te.
La seconda stellina te la do perchè il tuo film è visivamente bellissimo. I colori, gli ambienti, la fotografia. . Proprio un lavoretto fatto bene, me lo sono goduta che è un piacere.
La musica ti fa guadagnare a pieno titolo la stellina numero 3.
Con le stelline arriviamo a quota 5. La quarta te la porti a casa per aver usato una leggenda metropolitana, e a me piacciono assai. La quinta ti spetta per aver sfruttato un personaggio così interessante come la siora Mary Shaw dagli occhi pazzi che non ebbe figli ma solo pupazzi.



Il grosso problema è che queste 5 stelline sono le sole cose buone del film.

Il tutto è ben confezionato, e non nego che mi abbia anche divertito (anche se l'autocitazionismo no, dai. Con Saw hai rovinato la media degli horror contemporanei, non tirartela come se avessi girato un Capolavoro).
Ma il tutto profuma di già visto, e soprattutto si ha la triste sensazione di un contenitore vuoto. Una bella scatolina che però non contiene niente.
Quei pupazzi sono un'arma della miseria, avevi la possibilità di rovinarmi un mese di sonno.

E invece, il nulla.

Perchè sprecare un'occasione così?

Menzione speciale alla Judith Roberts (Mary Shaw) che è stata proprio bellina, a differenza di Jamie (Ryan Kwanten) che rientra perfettamente in quell'aurea di mediocrità che si respira per tutta la visione.

Rimane che io i ventriloqui non li reggo. Hai una bocca, parla con quella.




11 commenti:

  1. La prima frase te la contesto, e anche tutte le altre su Saw :P io ritengo il Saw di James Wan uno dei migliori horror/thriller degli ultimi tempi (lasciando perdere tutti i sequel, mere operazioni commerciali) :) questo dead silence mi piacque davvero poco, meglio Insidious sicuramente...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma ti dirò, in realtà il primo Saw in sè non mi era affatto dispiaciuto, eh, anzi, quello che non mi piace è l'atteggiamento da 'Fia ne hanno fatto un franchising, devo proprio aver fatto un filmone!' con tanto di autocitazione nei successivi lavori..Insidious lo ricordo poco, dovrei rivederlo..

      Elimina
  2. Il problema di sto regista è che si fa scrivere le sceneggiature da gente che arresterei (o picchierei) volentieri. Il ragazzo ha talento ma continua a dirigere film scritti da schifo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sono ancora così brava da distinguere sempre a chi dare la responsabilità, ma in Dead Silence che fosse scritto male era piuttosto palese!:D

      Elimina
  3. Anche io ti devo dire che considero il wan-saw un caposaldo per quanto problematico. In ogni caso sottolineo il commento di Frank, e cioè che io non riesco proprio ad apprezzare il resto dei suoi lavori. Insidious non so come possa essere piaciuto... ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dopo queste opinioni discordanti su Insidious, mi metto a riguardarlo e poi decido in che fazione mettermi!:)

      Elimina
  4. Un film bellissimo!! Ricordo quando, da ragazzino (non che ora non lo sia ancora), lo vidi per la prima volta. Ero spaventato, ma affascinato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, benvenuto! Non mi trovi molto d'accordo sul 'bellissimo', anche se bisogna ammettere che un po' di fascino, almeno visivamente, ce l'ha.

      Elimina

Facebook

Disclaimer

La cameretta non rappresenta testata giornalistica in quanto viene aggiornata senza nessuna periodicità. La padrona di casa non è responsabile di quanto pubblicato dai lettori nei commenti ma si impegna a cancellare tutti i commenti che verranno ritenuti offensivi o lesivi dell'immagine di terzi. (spam e commenti di natura razzista o omofoba) Tutte le immagini presenti nel blog provengono dal Web, sono quindi considerate pubblico dominio, ma se una o più delle immagini fossero legate a diritti d'autore, contattatemi e provvederò a rimuoverle, anche se sono molto carine.

Twitter

Instagram

Google+